Storie d’artista e di installazioni

Riparte Story Riders con l’anteprima il 30 agosto al Palazzo Baronale di Torchiara

 

Ritorna Story Riders,  la manifestazione giunta alla sua quinta edizione, con il patrocinio del Comune di Torchiara, della Provincia di Salerno, della Regione Campania e del Parco Nazionale del Cilento,  trasforma Torchiara nel paese della storie.

L’anteprima dell’evento si terrà al Palazzo Baronale de Conciliis  Venerdi 30 agosto a partire dalle ore 18.00 con i saluti del Sindaco di Torchiara Massimo Farro, del Presidente del Parco Nazionale del Cilento Tommaso Pellegrino, del Presidente della BCC Buccino e Comuni Cilentani Lucio Alfieri.

Premiate alcune aziende di grande eccellenza dell’enogastronomia cilentana, come l’Antica Giara, la macelleria Paragano, Alma di Mautone Vincenzo, l’azienda vitinicola di Alfonso Rotolo, l’oleificio Conti, l’azienda agricola Ferrante, il Birrificio artigianale FIEJ, la Gusto Picone  e l’azienda vitinicola Barone.

Ma la vera novità di quest’anno è che da Story Riders parte un nuovo progetto ideato da Angela Riccio ed Elio Rumma, Percorsi di Arte Contemporanea, una serie di installazioni permanenti che troveranno collocazione nei comuni interni del Cilento, realizzate con materiali poveri da artisti di fama nazionale e internazionale che verranno a raccontare storie d’arte e di installazioni. Si partirà de sei Comuni dell’Alto Cilento, hanno aderito con entusiasmo i Sindaci: Francesco Alfieri Sindaco di Capaccio Paestum, Gerardo Antelmo Sindaco di Cicerale, Giovanni Cantalupo Sindaco di Prignano C.to, Giuseppe Rotolo Sindaco di Rutino, Angelo Serra Sindaco di Laureana e Massimo Farro sindaco di Torchiara. Sei gli artisti che hanno aderito al progetto: Elio Rumma i suoi film sono stati proiettati nei maggiori musei del mondo  tra cui il Maxxi di Roma, il MOMA di New York e la Tate Modern di Londra, “mi avvicino a questa avventura artistica con entusiasmo perché vorrei lasciare un contributo a questa che è la mia terra d’origine” afferma Rumma. Tommaso Cascella che appartiene ad una celebre famiglia di pittori e scultori che a sua volta è presente in numerose collezioni pubbliche e private in tutto il mondo, afferma di aver accolto con piacere l’invito a partecipare con una sua opera all’avvio di un percorso artistico attraverso i borghi collinari del Cilento perché “questi afferma con forza dovranno diventare sempre più poli di attrazione artistica e cultura. Gabriele Rothemann tedesca vive e lavora a Vienna ha esposto in tutto il mondo e nel 2018 è stata premiata dalla citta di Vienna come artista dell’anno, “ amo il Cilento afferma Rothemann e da molti anni vi vengo in vacanza, sempre a Torchiara a Borgo Riccio base di partenza per bellissime escursioni, amo Torchiara e sono felice di poter lasciare qui un segno tangibile del mio sentire”.

Stella Tundo ha opere esposte in spazi istituzionali in Italia e all’estero, opere in cui la scelta dei materiali e delle forme riportano sempre a riflessioni sulla natura. Il Cilento per me, sostiene Stella Tundo, è il luogo dell’anima che ho frequentato e dove ho iniziato ad ascoltare lo spazio del tempo ecco dunque la mia gioia di lasciare una  mia opera ispirata ai luoghi.

Giorgio Galli, romano, espone con regolarità in Italia e all’estero, fondatore del gruppo Romano della Neo Astrazione. “ Sono entusiasta di partecipare a questo progetto che vede protagonisti luoghi dalle antiche tradizioni e con una storia di rivoluzionari – dice Galli – credo che sarà un’esperienza unica collaborare con i cilentani alla realizzazione della mia opera.”

Eleonora Del Brocco è particolarmente attenta ai temi sociali, i suoi lavori si ritrovano in Francia, in Iraq, in Spagna, premiata nel 2000 con il Gold Prize a Baghdad. “ Il mio sarà un omaggio alle donne cilentane – afferma la Del Brocco – creerò  lavori in gesso bianco tridimensionali, storie di ombre proiettate sui muri che emergeranno come d’incanto.”

Tutti questi artisti saranno coordinati da un relatore di eccellenza, grande conoscitrice di arte, Erminia Pellecchia de Il Mattino.

A seguire un’altra presenza di eccellenza che torna a Story Riders per il secondo anno, Virginio Colmegna, Presidente della Fondazione Casa della Carità che commenterà le storie degli artisti disquisendo su “quale bellezza salverà il mondo”, con l’editore Nunziante Mastrolia che da quest’anno pubblicherà i racconti premiati del concorso Common People. “La bellezza è un percorso che chiede di riscoprire al proprio interno la dimensione contemplativa – sostiene Don Colnegna – per dare senso al futuro recuperando il passato. Oggi, in un momento così difficile, riscoprire la bellezza conclude Don Colmegna vuol dire cambiare il linguaggio comunicativo.”

“La manifestazione – afferma Alberto Zobbi, Presidente dell’Associazione culturale Ergo South che organizza l’evento – rappresenta con il suo cartellone nutrito di ospiti illustri un momento di stimolo e di crescita culturale per il territorio. Mi preme ringraziare in modo particolare l’Ente Parco, la BCC Buccino e Comuni Cilentani , la SICME Energia e Gas che da anni ci seguono e contribuiscono alla realizzazione di questo evento e da quest’anno Opificio Santomiele e Convergenze.

Dopo l’anteprima ci si darà appuntamento dal 4 al 6 ottobre con molti incontri letterari, il laboratorio di scrittura, la premiazione dei racconti inviati al Concorso Common People, proiezioni cinematografiche  che per tre giorni trasformeranno il borgo in un luogo di stimolo e di confronto culturale.

Torchiara 26/08/2019

Rif. Comunicato Generale

FacebookTwitterGoogle+Condividi

LEAVE A REPLY

4 + cinque =